Lunga vita ai tuoi prodotti!

Tag

, , ,

Ok, questo è un trucco vecchio come il cucco, ma cavolo se funziona!
La mia crema Alverde mi stava abbandonando, e credevo proprio di dovermi rassegnare, quando ho pensato bene di darci un taglio!
Un taglio al tubetto, ed ecco che c’è ancora un buon 5% di prodotto che basterà ancora per una settimana o due!
Provateci anche voi prima di gettar via il tubetto, rimarrete sorprese da quanto prodotto sprechiamo 🙂

A presto!

Mavala 91 Reno

Tag

, , , , , , ,

Mavala 91 RenoLui non solo entrerà nei preferiti di Agosto, me lo sento, ma proprio nei preferiti di sempre.
Trasparente con una passata, quasi lattiginoso con due, è uno smalto super versatile e perfetto per un look quotidiano elegante e curato.

Mavala 91 RenoPer la sua delicatissima sfumatura tendente al rosa credo possa entrare di diritto nella categoria dei nude, e l’effetto è proprio quello di unghie luminose nella loro nuda bellezza, esaltata dal finish altamente lucido.
Insomma, secondo me è un classico da avere assolutamente, da usare da solo o come ingrediente per una french manicure perfetta.
Mavala 91 Reno

Ricapitolando:
Formato: 5 ml
Prezzo: pare attorno ai 5 euro, a me è stato regalato.
Consistenza liquida, ce l’ho aperto forse da un anno e non si è seccato né addensato.
Stesura facile (pennellino classico), asciugatura piuttosto rapida, durata superiore ai 4 giorni nonostante le faccende di casa e il lavaggio piatti 😀
Insomma, in quanto a qualità Mavala non si smentisce, e questo colore poi è assolutamente un must have!
Voto: 10/10

Qualcuna di voi ha provato altri smalti Mavala? Quali altri colori mi consigliate?

Se mi lasci non vale!

Tag

, , , , , , , ,

Ovvero, la nuovissima rubrica sui prodotti che stanno andando in pensione e meritano di essere salutati a dovere!
Ad inaugurare questa categoria sarà lui..
Immagine
Immagine

..il mascara Le Volume di Chanel.
Mi scuso con il mio edicolante di fiducia per lo stalking che ha dovuto subire prima che io potessi finalmente mettere le manine su questo favoloso mascara in omaggio con ELLE di marzo, se non ricordo male.
Racchiuso in una elegante confezione di cartoncino nero con uno specchietto di plastica, il mascara è una travel size di 3 ml con PAO di 6 mesi.
Ora la scadenza si avvicina, i 3 ml sono quasi prosciugati e il rimanente inizia a seccarsi, come ogni buon mascara verso la fine della sua carriera, ma questo credo proprio che lo rimpiangerò in modo particolare, ahimè.
Le Volume, nel suo classico packaging nero assoluto, nasconde uno scovolino abbastanza grosso, in silicone, con setole fitte e corte che catturano le ciglia dalle radici senza pungere la rima ciliare (cosa che mi è successa con altri scovolini in silicone come il Maximum Definition di Essence e l’Ultratech di Kiko). Partendo dal basso e con un leggero movimento zig-zag (come illustra anche la Divina Lisa Eldridge 😀 ) si riesce ad avvolgere di colore tutte le ciglia già alla prima passata. Il risultato sono ciglia nere, lunghe, curve e definite. Niente grumi, formula fluida e quindi lavorabile per più passate, che non secca e non sbriciola e dura davvero a lungo. Come farò senza di lui?
Immagine
Dopo averlo comprato per 3,50 euro con la rivista, non so se spenderei circa 10 volte tanto per la full size, ma senza dubbio posso dire che finora è il miglior mascara che abbia mai usato: ottimo per ottenere un effetto naturale, ma anche per uno più drammatico se si aumentano le passate e, aspetto da non sottovalutare, è anche facile da struccare!
Chanel, non lasciarmi!
Qualcuna di voi l’ha provato? cosa ne pensate?

La regina dell’alba

Tag

, , , , , , ,

Il mio profumo è racchiuso in una boccettina minuscola, intarsiata di sottili disegni paisley sul vetro, con il tappo a delicata foglia di palma trasparente che custodisce poche gocce di un aroma prezioso come una rarissima droga d’India. Non lo spruzzo, ma me ne bagno la punta delle dita secondo un sacro rituale che percorre pochi punti strategici – lobi delle orecchie, polsi, clavicole – dove la pelle più tenera assorbe e poi diffonde questo odore ricco e complesso. Apre leggero, luminoso, come passeggiare in un giardino di limoni nella tenue luce del primo mattino. Non a caso Shaal Nur è il nome della regina indiana dell’alba. E il profumo esprime perfettamente l’aura di regale mistero di una donna elegante ed esotica, dalla sensualità selvaggia ed aspra, eppure mutevole. Perché è un profumo avvolgente, intrigante, che cambia sotto il naso con la velocità del vento del deserto: aromatico e speziato come i colori sgargianti delle sete d’Oriente, ammaliante e indecifrabile come gli occhi d’onice nero di concubine da Mille e una notte, a tratti delicato e soave come i soffici petali della rosa di Damasco. L’ho trovato in una boutique vintage, una stupenda perla dischiusa apposta per me, mi ha rapito e inebriato, come un incenso che brucia, brucia, e avvolge i sensi in un sogno orientale di tempi remoti…

Shaal Nur di Etro

Shaal Nur di Etro

Con la mia personale descrizione di Shaal Nur ho vinto il “premio della critica” messo in palio dalla Profumeria Adriana di Potenza per il Giveaway 3000 fan, il profumo Pegaso di Etro.
Sulla pagina Facebook dell’evento che vi ho linkato qui sopra potete leggere anche i post degli altri partecipanti; ognuno di loro ha portato in scena le emozioni evocate dai loro profumi preferiti, ma solo tre di loro hanno portato a casa gli ambiti premi: il profumo Coco Noir di Chanel, i prodotti labbra Clinique e la matita occhi di Chanel.

Con questo post vorrei ringraziare la Profumeria Adriana per avermi dato la golosa occasione di descrivere questo profumo e le esotiche visioni che è in grado di evocare con le sue complesse note olfattive.
Vi consiglio di seguire il blog e la pagina Facebook della Profumeria; troverete interessanti excursus nel mondo della bellezza e delle fragranze, raccontati con eleganza e raffinatezza, e tantissime foto sui bijoux e gli accessori disponibili in negozio. Io stessa sono loro “fan” da più di un anno, da quando sono rimasta affascinata dai colori e i tessuti delle borse e pochette Etro: i miei piccoli “peccati di stile” 🙂

Spero di raccontarvi presto di questo nuovo e intrigante profumo, Pegaso.

Preferiti di…Luglio

Tag

, , , , , , , , , , ,

Eccoci al primo appuntamento del resoconto che spero di farvi mese per mese!
Siete pronte? Via!
VISO: La mia routine viso prevede dei classici come lo struccante bifasico fai-da-me (vi posterò la ricetta a breve!) e il sapone d’aleppo per sciacquare via gli ultimi residui di trucco. In più in questo mese ho usato regolarmente il fluido idratante viso Alverde all’Aloe vera per pelli normali e miste. Ora che sta finendo, mi sono resa conto ancor di più di quanto ami questa crema! Oltre che eco-bio ed economica, ha una texture leggera che si assorbe in fretta e idrata senza ungere o lasciare la pelle soffocata. Ecco la pagella 🙂
SAM_1288
Ingredienti: 10/10 tutti naturali e preziosi per la pelle, come aloe, burro di karitè, olio di semi di vite rossa, olio di jojoba, di albicocca..
Prezzo: 10/10 non so esattamente quanto costa, ma pare poco comunque!
Risultati e/o comfort: 8/10 come detto sopra, è idratante e leggera.
Reperibilità: 0/10 ahi ahi ahi, la nota dolente..si possono acquistare solo nei negozi dm, in Germania, quindi io ho dovuto chiedere ad un’amica di comprarli per me. Non è previsto l’acquisto online, quindi per noi povere italiane la reperibilità è davvero un problema! Peccato 😦

Voto finale: 7/10

MAKE-UP: Visto il caldo afoso della città e le breve vacanze al mare, il make-up è stato ridotto al minimo indispensabile, ovvero il fondotinta di cui vi ho parlato qui e giusto un tocco di mascara. Il vero protagonista è stato il rossetto, il Lasting Finish by Kate Moss della Rimmel.

SAM_1291 copyIn particolare, io ho preso il 107 della linea Matte, un bel rosso ciliegia scuro e carico che trovo stia bene a diversi tipi di carnagione.
L’ho acquistato presso Acqua&Sapone di Reggio Emilia, approfittando dell’offerta speciale a 4,99 euro con in omaggio la matita labbra abbinata, la Lasting Finish 063 Black Tulip.

SAM_1298 copy

Non è esattamente dello stesso colore del rossetto, ma gli si avvicina abbastanza. Io la applico come Sua Maestà Lisa Eldridge insegna, cioè disegnando il contorno naturale della mie labbra e poi riempiendole tutte con piccoli tratti circolari.
Infine applico il rossetto con un pennellino labbra dall’esterno verso il centro delle labbra.

SAM_1296In questo modo la tenuta è davvero a lunga durata, resiste bene ad uno spuntino e ad un cocktail sul lungo mare e anche ad un paio di baci 😉

Inoltre la matita impedisce che il colore sbavi o si infili nelle pieghette sul contorno labbra.

SAM_1290

Vediamo la pagella anche per lui:

Ingredienti: 6/10 non è eco-bio ma non contiene nemmeno tanti pallini rossi..possiamo fare un’eccezione!
Prezzo: 9/10 solo perché io sono stata fortunata ad accaparrarmi due prodotti a 4,99 euro, ma so che in alcuni negozi il prezzo del rossetto si aggira sui 10/12 euro…
Risultati e/o comfort: 8/10 per essere un prodotto dal finish matte è ottimo, non secca eccessivamente le labbra, il colore è pieno, resistente e non si sposta da dove lo mettete 😉
Reperibilità: 7/10 allora, si trova un po’ dappertutto, ma spesso non si trovano tutti i colori nello stesso posto!quindi capita che trovate alcuni colori alla Coin, altri colori da A&S… non ho mai trovato uno stand che li avesse tutti. Date anche un’occhiata online, spesso trovate offerte su siti come Asos.

Voto finale: 7,5/10

CORPO: In questo mese ho sostituito la crema corpo con questo set l’Erbolario che ho preso con le uscite di Donnamoderna di giugno.
IMG_20130812_110545Come vedete ci sono due creme solari con SPF 15 e 20, usate rispettivamente per il corpo e per il viso nei primi giorni di esposizione. L’unguento superabbronzante senza filtri invece l’ho riservato alle ore in cui il sole è meno aggressivo, cioè dalle 18 in poi, e devo dire che funziona egregiamente da magnete per attirare gli ultimi raggi della giornata. Con la combinazione di questi 3 prodotti sono riuscita ad ottenere un’abbronzatura uniforme e intensa senza scottature e senza perdere la pelle come un serpente 😀 Il doposole è stato l’ulteriore alleato per restituire giorno dopo giorno idratazione alla pelle dopo lo stress di sale e sole. Ottimo anche il formato, 50ml, per me che vado al mare poco (ahimè) e ho una carnagione che non necessita a lungo della protezione. Vai con la pagella:

Ingredienti: 6/10 ho avuto solari ecobio di gran lunga migliori da questo punto di vista, ve ne parlerò nel prossimo post magari, ma tutto sommato contengono buoni attivi naturali come argan, jojoba, aloe e karitè.
Prezzo: 5/10 considerando che li ho presi insieme al giornale, sicuramente il prezzo è conveniente, ma personalmente non credo li acquisterei al prezzo del formato in vendita in erboristeria.
Risultati e/o comfort: 8/10 hanno filtri chimici quindi si assorbono velocemente e non pesano sulla pelle, resistono all’acqua e proteggono per svariate ore. I profumi non mi fanno impazzire ma alla fine si sentono poco.
Reperibilità: 7/10 credo si trovino senza difficoltà in erboristeria.

Voto finale: 6,5/10

E voi avete provato qualcuno di questi prodotti? Scrivetemi le vostre impressioni nei commenti! 😉

Toglietemi tutto…

Tag

, , , ,

Ovvero: cosa non manca mai – ma proprio mai! – nel mio beauty.
Perché come ogni anno arriva l’estate, tempo di viaggi, di gite fuori porta, di giornate al mare, o semplicemente arriva il caldo che più caldo non si può, e allora si cerca di ridurre all’essenziale il proprio beauty, per esigenze di spazio e di peso, che sia in valigia o sulla pelle.

Così anche io, presa dalle smanie minimal chic estive, decido di dare un taglio al mio make-up (oltre che alla lunghezza delle gonne e alla stoffa dei bikini 😉 )
E allora toglietemi tutto, ma non il mio fondotinta!
Immagine

Lui è il Tan Warm di Jade Minerals (ex Minerals Will Work 4 You) e lo adoro perché:

  • è 100% minerale e naturale;
  • è ipoallergenico e non comedogeno;
  • ha una coprenza modulabile: si può mischiare ad una crema giorno, o applicare con un bel flat brush o spolverare come una cipria;
  • i minerali presenti nella formulazione garantiscono anche un SPF 15;
  • uniforma l’incarnato regalando un effetto flawless ma naturale: per dire basta all’effetto cerone!

Insomma, io non ci rinuncio nemmeno d’estate! Ne stendo una leggera passata perché con l’abbronzatura ho meno discromie da uniformare, e poi con un tocco di bronzer il look è perfetto!

Qual è invece il vostro prodotto o accessorio irrinunciabile? Fatemelo sapere nei commenti!